Via Lanfranco, 2 - Torino 10137 (TO) - Tel. 011 01166670 - Fax 011 01166690 - Cod. Mecc. TOMM00400Q - E-mail: tomm00400q@istruzione.it - PEC:tomm00400q@pec.istruzione.it

La Scuola secondaria di primo grado “Alessandro Antonelli” si trova in via Lanfranco, 2, tra via Filadelfia e C.so Agnelli, nel quartiere di S. Rita in Circoscrizione 2, dove sono presenti altre strutture scolastiche: scuole dell’infanzia, scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado.

 

I docenti  costituiscono un gruppo di lavoro affiatato e consolidato: si ispirano nella loro attività didattica e formativa ai principi di uguaglianza, inclusione e imparzialità, affinché ciascun allievo possa sviluppare la propria personalità, in un clima sereno e in un ambiente stimolante.

 

L’offerta formativa che la scuola propone risponde alle richieste, da parte dei genitori, di una valida preparazione, di un’efficace ed effettiva risposta all’orientamento scolastico attraverso recupero didattico e attività integrative al programma curricolare e di potenziamento disciplinare, senza tralasciare lo sviluppo psicofisico dei ragazzi.

 

L’utenza  di questa scuola media presenta le seguenti caratteristiche:

 

➢   maggioranza di alunni residenti nella Circoscrizione n.2, provenienti dalle diverse direzioni didattiche del quartiere;

➢   alunni provenienti da altre Circoscrizioni;

➢   alunni stranieri di seconda generazione (circa il 15%);

➢   alcuni alunni stranieri di prima generazione.

 

L’abbandono scolastico è irrilevante e le percentuali di ripetenza sono nella media cittadina.

 

Per rispondere alle esigenze emerse e per conseguire gli obiettivi formativi che intende raggiungere, la Scuola Media “Antonelli”, valorizzando le risorse esistenti al suo interno e sul territorio, progetta un Piano dell’Offerta Formativa, in cui si possono individuare le seguenti priorità:

 

➢   centralità dell’alunno che apprende;

➢   promozione di una crescita equilibrata nel rispetto dei ritmi e dei tempi dell’alunno;

➢   inserimento ed inclusione alunni con Bisogni Educativi Speciali (BES);

➢   cura del successo scolastico e promozione dell’eccellenza;

➢   promozione dell’agio e dello “star bene a scuola”; 

➢   diversificazione delle attività didattico-educative in base alle specifiche necessità di ciascun allievo;

➢   costruzione  e condivisione di strumenti e tecniche per “imparare ad apprendere”;

➢   prevenzione della dispersione scolastica e attenzione agli alunni in difficoltà;

➢   innovazione e aggiornamento della didattica e degli stili di insegnamento/apprendimento attraverso la sperimentazione;

➢   utilizzo delle nuove tecnologie nella didattica;

➢   sviluppo della comunicazione nelle lingue comunitarie;

➢   attenzione e sensibilità al mondo esterno;

➢   continuità educativa;

➢   orientamento;

➢   rapporti scuola-famiglia.